Si chiama Flee Flow Festival e vedrà la presenza di importanti personalità del panorama musicale internazionale

Il programma
Grazie a un’idea dell’Associazione Muzic Plus e in collaborazione con Casa Armonica, l’Assessorato alle Espressività Artistiche e Culturali del Comune di Gravina in Puglia e le Officine Culturali, nell’ambito del programma Bollenti Spiriti promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Puglia e del progetto “Rinnovare le Officine Culturali per riqualificare il territorio”, a partire dal 30 ottobre presso le Officine Culturali “Peppino Impastato” di Gravina in Puglia ci sarà il Free Flow Festival – Festival della creatività, in cui saranno suggeriti percorsi formativi culturali che hanno l’intento di promuovere e sostenere tutte quelle arti che hanno in comune l’improvvisazione e l’approccio non formale alla educazione culturale, mediante concerti, laboratori e dibattiti.

Il Festival è dedicato alla Musica Creatività/Musica Improvvisata, cioè a quella musica composta in tempo reale e non in tempo differito, a quella musica sempre carica di forza e sensualità che evince ed esalta gli aspetti percettivi “altri” del momento, unico ed irripetibile.

Gli artisti che vi prenderanno parte provengono da differenti parti del globo, e oltre che suonare in Concerto, saranno i conduttori di laboratori e dibattiti che il festival propone, in modo da scambiare “dal vivo” le esperienze del loro excursus professionale, mostrando concretamente nuove possibilità di trasformazione della materia sonora (talvolta anche in sinergia con le arti visive come il video, la danza… 😉 e cercando, insieme ai partecipanti, di delineare nuove direzioni performative, sia sonore che visive.
Agli studenti dei Conservatori che parteciperanno ai laboratori saranno riconosciuti i relativi crediti formativi.

La prima edizione ufficiale del Free Flow Festival in Italia ospiterà per la prima volta in Puglia João Pedro Viegas (Portogallo) e Lori Goldston (U.S.A.).

João Pedro Viegas, eccellente sassofonista creativo, giornalista e direttore artistico di festival di musica improvvisata della scena musicale improvvisativa portoghese collabora con Rashiim Ausar Sahu, Megan Biermen, Paulo Curado, John Gruntfest, Ben Stapp, Rodrigo Amado, Abdul Moiméme, Miguel Mira, Ernesto Rodrigues, Sei Miguel, Nuno Rebelo, D’incise, Diatribes, Matthew Goodheart, Carlos “Zíngaro”, Marcello Magliocchi e molti altri.

Lori Goldston è una violoncellista, compositrice, improvvisatrice, produttrice, scrittrice e insegnante con sede a Seattle. La sua “voce” come violoncellista, amplificata o acustica, è piena, strutturata, impegnata e originale. È una ricercatrice perpetua che attraversa e supera i confini immaginari dei “generi musicali”. Tra le tante collaborazioni e commissioni artistiche internazionali vanno sottolineati i lavori con gli Earth, Mirah, David Byrne (Talking Heads) e i Nirvana con cui ha suonato in tour e registrato nell’album “Unplugged in New York”. Ha ricevuto degli Awards dal Meet the Composer, Artist Trust, 4 Culture e Seattle Arts Commission e ha insegnato all’Università di Washington, EMP, Idyllwild Arts Academy, alla Vera Project e al Bush School.

Per la seconda volta in Puglia il tedesco Mik Quantius cantante/performer, dotato di un ampio vocabolario espressivo suonando con “L-Dopa” supporter band dei “Melvins”, come artperformer con il gruppo indonesiano “Wulung”, in tour con il chitarrista giapponese Damo Susuki e il chitarrista Michael Karoli (dei Can), i newyorkesi “No Neck Bues Band” e più di 500 concerti con gli Embryo.

Tra gli italiani Marcello Magliocchi e Carlo Mascolo.
Marcello Magliocchi, batterista, esploratore musicale, barese di nascita ma di formazione internazionale, uno dei veterani della musica afroamericana e dell’improvvisazione non-idiomatica, qui in Italia lo vedono coinvolto nei progetti più significativi della scena musicale legati all’improvvisazione, tra i tanti ricordiamo Mal Waldron, Peter Kowald, Steve Potts, Joelle Leandre, John Tchicai, Beniat Achiary, Carlos Zingaro, Evan Parker, Kent Carter, William Parker etc.

Carlo Mascolo, musicista creativo, suona il trombone ed è compositore di musica elettroacustica. È stato docente presso Conservatorio ESNCM di Gerusalemme e Campi Profughi in Cisgiordania. Attualmente insegna Trombone Jazz al Conservatorio “N. Rota” di Monopoli. Conduttore del progetto “Kerlox Dynamic Band” e della Orchestra di Improvvisatori “The Bouh Magic Orchestra”. Tra i tanti ha collaborato con Embryo, Gianni Lenoci, Steve Potts, Antonello Salis, Mik Quantius, Lothar Stahl, Jens Pollheide, Suricato, Marcello Magliocchi, Allen Blairman, Dirar Kalash, Hakan Ali Toker, Okay Temiz.